Napoli, 12 Luglio 2019–

La Fondazione Mediterraneo ed il Museo della Pace MAMT hanno aderito alla Route Napoli Accessibile inaugurando la prima stazione di mobilità su un circuito certificato “accessibile” per la fruizione turistica di Napoli anche per persone con mobilità ridotta.

Il visitatore del Museo della Pace, potrà così vivere emotivamente Napoli sia attraverso i contenuti multimediali del MAMT, peraltro dichiarati dall’Unesco Patrimonio “emozionale” dell’Umanità, che percorrendo confortevolmente, a bordo di un emoby scooter, la Route Napoli Accessibile toccando i principali punti di attrazione culturale, museale, monumentale e godendo dei suoni, colori e sapori di una città ricca di emozioni.

TOURINGO ha scelto Napoli per la realizzazione della prima route di turismo accessibile infrastrutturata con stazioni automatizzate 4.0 che erogano emoby scooter, dispositivi sanitari di I classe, a supporto della pedonalità in ogni ambito indoor e outdoor. Sono già in programma  i  circuiti nelle più belle e suggestive località artistiche, monumentali e turistiche del nostro Paese a partire dalla città di Firenze dove tale iniziativa vedrà la luce entro la fine del mese di luglio.

Il marchio TOURINGO nasce dalla grande esperienza nel settore turistico del Tour Operator Europeo Aloschi Bros e dall’innovazione tecnologica 4.0 di Emoby nel settore della mobilità accessibile, risultato di ricerca innovativa.

Con oltre 500.000 Km di pedonalità elettrica erogata, il sistema automatizzato Emoby per lo sharing di mobility scooter è un modello tecnologico unico a livello mondiale.

Partiamo da Napoli e dal Museo della Pace ma guardiamo avanti verso traguardi sempre più importanti per dare un concreto supporto alla ecosostenibilità ed accessibilità delle nostre città e del turismo. Il nostro motto, innovazione, integrazione, interoperabilità devono significare anche inclusione.” dichiara Roberto Minerdo, esperto di sostenibilità ambientale e Brand Ambassador di Emoby.” Questa installazione rappresenta la prestigiosa partenza di un ampio progetto per rendere accessibili tutti i luoghi di interesse turistico della nostra Italia e costituisce un modello per uno sviluppo internazionale della mobilità elettrica a supporto della cultura e dell’ambiente”

Adolfo Aloschi, Presidente dell’omonimo Tour Operator interviene sull’argomento: “La nostra è una realtà internazionale che opera nel settore del turismo da oltre 70 anni. Siamo sempre in evoluzione non solo seguendo il mercato ma ponendo un’alta attenzione alle esigenze del turista. Abbiamo maturato una grande esperienza con il comparto crocieristico e conosciamo bene le richieste che ci provengono soprattutto dagli utenti stranieri. Siamo pertanto convinti che sia indispensabile una svolta decisa per la fruizione senza barriere di tutti i beni monumentali e storici del nostro bel Paese. Per questo, insieme a un partner tecnologico avanzato come Emoby, abbiamo dato vita al progetto Touringo per consentire a chiunque di poter vivere le emozioni che il nostro patrimonio culturale sà dare ed esportare nel mondo la cultura della sostenibilità e della accessibilità.

Michele Capasso, Presidente della Fondazione Mediterraneo e fondatore del Museo della Pace MAMT, afferma: “Sono contento che un progetto di condivisione delle bellezze monumentali e storiche così importante possa partire da Napoli e proprio dal Museo della Pace MAMT. 

La politica della pace, dell’inclusione, della condivisione è stata sempre un punto di riferimento per ogni nostra iniziativa: in particolare per i più deboli della società.  Da oggi i visitatori del “Museo delle emozioni” potranno godere delle meraviglie rappresentate non solo in forma multimediale nonostante eventuali loro ridotte mobilità, abbattendo le barriere fisiche non sempre di facile soluzione.  La completa e concreta accessibilità al Museo è un contenuto di “umanità” e di “giustizia sociale” che integra i percorsi emozionali.

Oggi è stata posta una prima pietra miliare per l’avvio di progetti circolari che mi auspico possano essere principalmente adottati a Napoli – città in grado di “pensare europeo” e “respirare mediterraneo” – per poter diventare modello di utilizzo in tutto il mondo.

L’apertura al MAMT del primo Touringo Point arriva a Napoli in concomitanza con le Universiadi 2019 che stanno dimostrando al mondo come i giovani possano essere legati a principi di inclusione e sostenibilità partendo dallo sport, con un occhio sempre attento all’ambiente. 

Le città europee, per rispondere ai criteri dell’Agenda Ambientale, stanno riscoprendo le proprie dimensioni con l’introduzione di importanti iniziative di pedonalizzazione. In tal senso l’offerta di mobilità elettrica Touringo integra in maniera “veramente smart” anche la accessibilità turistica sostenibile.Le distanze a piedi non saranno, pertanto, più un ostacolo ma un’opportunità contribuendo alla riorganizzazione della mobilità urbana in generale e alla completa fruizione del nostro patrimonio artistico, culturale, storico e monumentale.

EMOBY partner di Asja, realizza soluzioni avanzate di ecosostenibilità. Il Brand Emoby identifica il primo sistema automatizzato al mondo per lo sharing di mobility scooter, un modello tecnologico unico a livello mondiale con oltre 500.000 Km di pedonalità elettrica erogata, il tutto ad emissioni zero grazie alla integrazione sulla piattaforma ASJA-CO2. Da questo know how nascono gli innovativi sistemi automatizzati per lo sharing outdoor: “MULTI” e “ONE” che soddisfano ogni richiesta della micro-mobilità elettrica in ambito urbano e per un turismo ecosostenibile. Il sistema IOT Emoby è già integrato con sistemi terzi di partner prestigiosi, come ad esempio con SKIDATA nel concept network “Park & Move”.

Ufficio stampa EMoby

ufficiostampa@emoby.it